È arrivata la tanto attesa richiesta della mano della sposa e ora cosa fare per pianificare un matrimonio?
Quanto tempo occorre per preparare le nozze?
Preparare trucco e parrucco
Che fare 6 mesi prima di sposarsi?
La scelta dell’abito
Cosa occorre fare per un matrimonio perfetto

organizzare-le-nozzeDiciamo che la cosa non è poi così semplice perché devono essere incastrati diversi fattori per progettare un matrimonio perfetto. Ovvio che ogni sposa sta pensando ad abito, buffet, cerimonia, in realtà ci si dovrebbe prima chiedere se il matrimonio, cioè lo svolgersi della vita coniugale, può essere perfetto, cioè basato su un amore vero, profondo, in grado di affrontare problemi, difficoltà e gioie. Fatta questa prima analisi si può iniziare a progettare la cerimonia perfetta. Ecco come organizzare un matrimonio.

Ristorante e chiesa

La prima cosa da fare è stilare un elenco delle cose da fare cercando anche di dare la priorità a quelle più importanti. In questa breve guida si cercherà anche di dare un ordine temporale alle cose da fare per organizzare un matrimonio.
Ci sono tre possibilità:

  • organizzare il matrimonio desiderato con 18 mesi di anticipo (tempio medio stimato per avere risultati discreti);
  • organizzare il matrimonio con qualche compromesso in 12 mesi;
  • organizzare un matrimonio semplice e low cost in 6 mesi, senza per questo pensare che sarà una brutta giornata, anzi.

Organizzare un matrimonio in poco tempo non è impresa da tutti, diamoci quindi da fare.
Perché 18 mesi? Nella maggior parte dei casi chiesa e ristoranti sono pieni nella stagione che va da aprile a settembre quindi o si prenota con largo anticipo e si può scegliere la data, oppure si cercano di conciliare le date, valutando anche la scelta tra più chiese e più ristoranti/ville per la celebrazione e il relativo ricevimento.
Nel secondo caso un anno di anticipo può bastare, in particolare se si decide di organizzare il matrimonio in inverno, in questo caso tranne se si decide per date particolari, ad esempio nel periodo natalizio, i costi sono ridotti.
Il matrimonio diventa low cost in sei mesi se si accetta di sposarsi in giorni feriali, non il classico sabato o la domenica (molti preti non celebrano la domenica). Proprio in questi giorni i ristoranti offrono prezzi più bassi per il ricevimento perché non sono particolarmente richiesti e loro preferiscono guadagnare un po’ di meno e avere le sale piene. Anche con la chiesa o con la celebrazione del rito civile si hanno minori problemi se non si scelgono giorni festivi. Il costo di un ricevimento in ristorante si aggira da 80 a 110 euro, può scendere anche della metà per giorni feriali. I costi tendono ad equivalersi se si affitta una villa e si sceglie un servizio di catering professionale.
Il matrimonio di pomeriggio con cena può far risparmiare perché vi è un numero minore di portate.
Piccola attenzione: se si sceglie una villa o un castello per il ricevimento ( ma si può anche solo celebrare il rito civile in questi luoghi) è essenziale prenotare subito anche il servizio di catering, altrimenti poi ci si deve accontentare di quello che si trova.
Ultima cosa: per poter prenotare il ristorante occorre avere fin da subito più o meno idea di quanti saranno gli invitati perché, se vi sono più sale il ristoratore, si deve capire con esattezza quale capienza occorre.

Come si preparano fiori, trucco, parrucco, foto per un matrimonio da ricordare

Ora abbiamo ristorante e chiesa, ci si può dedicare ad altro. Ecco la seconda lista per organizzare il matrimonio. Anche qui se si vuole un particolare fiorista o fotografo si deve agire immediatamente perché altrimenti potrebbero prendere altri impegni. Per preparare un matrimonio low cost per fotografo e fiorista vale lo stesso discorso fatto prima, se ci si sposa nei giorni feriali si risparmia. Scegliere fiori di stagione è un altro trucco per risparmiare. Occorre essere meticolosi e puntuali e quindi rispettare la lista delle cose da fare per l’evento nuziale. Tra i consigli per organizzare un matrimonio economico vi è anche quello di chiedere ad un amico particolarmente bravo di fare le foto: soluzione a basso costo e simpatica attraverso cui magari si evitano le classiche foto in posa.
Se avete un parrucchiere di fiducia, cosa molto importante perché quello è il giorno più importante della propria vita, è necessario che pettinatura e make up siano curati da una persona di fiducia che vi conosce bene. Assicuratevi la sua presenza comunicando la data del matrimonio appena ne avete conferma. E il viaggio di nozze? Ne avrete sicuramente bisogno per superare lo stress e allora meglio prenotarlo in anticipo tenendo in considerazione anche il clima che troverete nella stagione scelta.

Cose da fare 6 mesi prima di organizzare le nozze

Nell’elenco delle cose da fare a questo punto c’è la la lista degli invitati.
Qui si apriranno le vere e proprie danze perché nella maggior parte dei casi si aprono polemiche in famiglia, tra genitori che vogliono invitare anche il gatto della vicina e sposi che preferirebbero una situazione più privata. Questo passo però è essenziale anche per poter ordinare le bomboniere, visto che per riceverle sono necessari 3-4 mesi di tempo, legati alla loro preparazione.
Scelti gli invitati si procede a preparare le partecipazioni. Queste devono essere date con un due mesi di anticipo sulla tabella di nozze, per poter dare il tempo di rispondere agli invitati e confermare il numero di partecipanti al ristorante. Se devono essere date con due mesi di anticipo, meglio ordinarle con 4 mesi di anticipo sulle nozze. Questo perchè alcune linee di bomboniere prevedono un servizio completo, cioè forniscono anche le partecipazioni ed è per questo passo potrebbe essere compiuto praticamente in contemporanea. Spesso il prezzo di bomboniera, con partecipazione inclusa, non supera i 10 euro.
Un piccolo trucco per risparmiare e allo stesso tempo rendere unica la propria partecipazione è o scriverla a mano, magari se si ha una bella scrittura diventa un qualcosa di davvero molto particolare, oppure scegliere tra le partecipazioni disponibili gratuitamente online.
C’è ancora il noleggio auto, incombenza di cui nella maggior parte dei casi si occupa lo sposo che probabilmente troverà interessante solo questa parte dell’organizzazione. Si può scegliere tra auto d’epoca o auto del settore lusso. Quest’ultima può costare oltre mille euro d’affitto. Per un matrimonio economico meglio farsi prestare un’auto da un amico o, perché no, andare con la propria, se è una vettura esteticamente apprezzabile.

Come pianificare un matrimonio: l’abito da sposa

A questo punto c’è il ristorante, la chiesa, il fotografo, il fiorista, il parrucchiere, le partecipazioni, cosa manca per organizzare un matrimonio da favola? Ancora tanto.
Ci sarebbe il vestito da sposa e il meno complicato acquisto del vestito da sposo. Se si vuole organizzare un matrimonio in sei mesi, una buona alternativa è l’abito su misura. Si va dalla sarta di fiducia, si sceglie un modello, si prendono le misure e si realizza. Il costo di questa operazione di sicuro è molto inferiore ai 1000 euro. Tutto diverso se si vuole un abito di una grande maison. In questo caso i costi per un vestito da sposa mediamente decente partono da 850 euro, ma nella maggior parte dei casi superano i 1600 e possono raggiungere cifre esorbitanti, nel caso si scegliesse un abito prezioso. In questo caso si inizia dalle riviste o dai siti online specializzati, si cercano le boutique, si misurano gli abiti, si sceglie. Perché tutto questo anticipo? Perché le spose difficilmente vanno in una boutique e scelgono l’abito, di solito, girano tutta la zona e visitano anche negozi a molti km di distanza dalla propria città, fino a quando, innamorate dell’abito da sogno, decidono di comprare il vestito nuziale. Nonostante tutto, l’abito non è mai perfetto, perché ogni donna ha delle peculiarità fisiche che rendono necessario fare delle piccole modifiche e quindi rivolgersi ad un sarto di abiti matrimoniali. E’ proprio questo il momento più delicato per la pazienza, perchè è da questo istante in poi che iniziano le prove dell’abito da sposa.

Preparativi di un matrimonio: coordinare tutto
Ora che l’abito è stato scelto deve essere tutto coordinato. Cosa vuol dire? Semplicemente che organizzare un matrimonio non è posi così facile e i passi per prepararlo bene sono tanti. Deve essere coordinato l’abito con il bouquet, il bouquet con l’addobbo della chiesa, l’addobbo della chiesa con quello del ristorante. L’abito deve essere in linea anche con il make up e con l’acconciatura della bellissima sposina. Ecco che entrano in gioco tutti i professionisti già scelti che dovranno consigliare le soluzioni migliori, facendo leva sulla loro esperienza nel campo del wedding.

Cosa serve per l’organizzazione del matrimonio perfetto?
Essenziali sono le pubblicazioni di matrimonio. La legge stabilisce che devono rimanere affisse, ma ora l’albo pretorio è online e quindi saranno pubblicate sul sito del Comune, per almeno 8 giorni. Allo scadere di questo periodo, dovranno trascorrere altri 4 giorni prima di poter convolare a giuste nozze. Si ricorda come le stesse cessano di avere efficacia dopo 180 giorni.
In conclusione, si potrebbe andare a fare le pubblicazioni in uno dei comuni di residenza degli sposi anche due settimane prima, comunque non devono passare più di sei mesi dalla pubblicazione alla celebrazione delle nozze. Le pubblicazioni non vincolano nessuno, visto che si potrebbe ancora cambiare idea. In alcune località d’Italia c’è la consuetudine di festeggiare anche questo evento, ed è per questo che, in questo caso, solitamente si organizzano circa due mesi prima della celebrazione.

Hai visto tutte queste pratiche e hai deciso di sposarti con il rito civile?

Organizzare un matrimonio civile solo apparentemente è più semplice. Sicuramente si risparmia un po’ perché non c’è l’allestimento della chiesa, si può chiedere all’officiante di celebrarlo in un luogo diverso dalla casa comunale. Ovviamente si deve valutare la disponibilità delle date, ricordiamo che l’officiante, sindaco o delegato, ha incarichi pubblici e anche una vita privata. Sui tempi non ci sono grandi varianti, valgono le regole già presentate in precedenza per un rito religioso.

Siamo arrivati agli ultimi giorni, la sposa è normalmente stressata, corre tra prove trucco, parrucco, abito, centri estetici, ma c’è ancora qualcosa di molto importante da fare: scegliere i posti a sedere degli invitati, stando attenti a rendere la giornata piacevole a tutti. Il tableau mariage sarà scelto in base ai gusti degli sposi, c’è chi utilizza nomi di pietre preziose, di leccornie, strade, città, fiori, la fantasia qui può scatenarsi, di solito è una scelta che richiama la personalità degli sposi.
Ora è finalmente arrivato il fatidico giorno. La mission è solo una: essere bellissime. Sappi che molto probabilmente il parrucchiere ti dirà che arriva alle 6:00 di mattino, questo perché i tempi di vestizione sono particolarmente lunghi e alle 10:00 arriverà già il fotografo per le prime foto di quello che sarà, si spera, il giorno più bello della tua vita. Come organizzarlo al meglio, dipenderà anche dalla possibilità di gestire bene i tempi disponibili.

Questo è il minimo da fare, ma se cerchi idee per organizzare un matrimonio continua a leggere.
Un’idea che sta prendendo sempre più piede è quella di realizzare un sito per gli sposi, in rete sono presenti anche domini gratuiti, oppure ci si può rivolgere a professionisti e wedding planner, ma potrete sempre decidere di organizzare il matrimonio da soli.
Quest’ultima parte è una guida per rendere unico il matrimonio. Il sito per gli sposini è una pratica ancora poco conosciuta in Italia e quindi, se deciderete di realizzarlo, sarà un qualcosa di molto originale. Sul wedding website è possibile rendere partecipi gli invitati di tutto quello che riguarda l’evento. Tutti coloro che inviterete riceveranno un link ed una chiave per entrare nel portale dedicato alla vostra storia d’amore, in cui trionferanno aneddoti particolari, foto, ma anche notizie sull’organizzazione, su come procedono i preparativi. Sul sito degli sposi è possibile inserire anche la lista nozze, integrata da un e-commerce mediante il quale gli invitati potranno comprare i regali.
Dopo le nozze potrete caricare sul sito anche le foto delle nozze, in questo modo eviterete le pressanti richieste di parenti ed amici e tutti potranno visionarle autonomamente.
Un’idea particolare, ma anche un suggerimento, che molti iniziano a praticare è quella dell’amico, ma anche professionista, che durante la giornata del matrimonio scatta foto per postarle sui social, un modo per far partecipare anche chi non è stato invitato, ma che comunque fa parte della cerchia degli amici o conoscenti.