Il grande giorno sta per arrivare e una delle scelte più importanti è quella dell’abito da sposa. Come sceglierlo?
La scelta dell’abito da sposa dipende molto anche dal luogo in cui la cerimonia viene celebrata .In linea di massima si può osare di più nel caso in cui ci si sposi al comune, cercando comunque di mantenere una certa sobrietà, oppure se si organizza la cerimonia in una villa o in uno spazio all’aperto.
Gli abiti in voga quest’anno
Il vestito da sposa da sera
Gli abiti da matrimonio più economici

Nel caso in cui, invece, ci si sposi in chiesa, solitamente l’abito deve essere più casto. Prima di comprare un vestito con la schiena scoperta sarebbe quindi opportuno valutare cosa ne pensa l’officiante. Eccessive trasparenze potrebbero essere fuori luogo. Meglio non rovinare l’inizio di un connubio a causa di un abito da spose osè…

Cosa detta la moda abiti da sposa per il 2016-2017?

abito-da-sposeIl pizzo di sicuro è una delle tendenze per gli abiti da sposa di quest’anno. La schiena nuda è sempre un must della stagione e potrà essere ricoperta da un pizzo trasparente, in modo tale da conferire una maggiore eleganza. In questo caso le linee scenderebbero morbide, con la parte superiore fasciata e la gonna leggermente ampia. La moda sposa 2016- 2017 richiede un abito elaborato, lussuoso, in cui la semplicità non è contemplata. Puntando invece sulla ricercatezza non si sbaglierebbe, anche se il vestito non dovrà mai scadere nell’eccesso. Per chi non ama il pizzo, ma vuole comunque un abito particolare la linea Pronovias offre buone opportunità di scelta.
Per chi vuole stupire con eleganza e originalità c’è anche la linea Bluemarine, ideale per vestire una donna sofisticata ed elegante, che ama sottolineare la silhouette, ma senza rischiare di sembrare volgare. Ottima scelta anche per chi vuole un abito particolare, ma non eccessivamente seducente, proprio come richiederebbe una cerimonia in chiesa.

A tutto stile anche con gli abiti da Sposa Carlo Pignatelli.
Questa azienda, specializzata in abiti di nozze, offre linee che si lasciano ricordare, con o senza pizzi, spesso realizzati in tessuti pregiati come il raso e la seta. Che si tratti di una sposa romantica, sbarazzina, eccentrica o che punta all’eleganza, Carlo Pignatelli offre sempre la risposta giusta.
Per il 2017 la moda oltre al classico pizzo, che fa da padrone nella linea sposa Nicole, prevede anche maniche off-shoulder che scoprono le spalle, mentre i colori di tendenza saranno principalmente due. Oltre all’intramontabile bianco, ci sono l’ecrù ed un innovativo azzurro molto chiaro. Non fanno parte, invece, delle collezioni abiti da sposa 2016-2017 le colorazioni che hanno caratterizzato gli anni antecedenti, in cui si poteva osare anche indossando un abito rosso, rosa, o bianco ma decorato da applicazioni colorate. A giudicare da quello che abbiamo visto nelle collezioni del 2015 e del 2016, una scelta stilistica di questa natura non avrebbe certo fatto gridare allo scandalo.

Per una sposa sbarazzina, che non rinuncia allo stile, ma non vuole vestire il classico abito principesco, una proposta arriva da RIME ARODAKY che propone l’abito longuette, rigorosamente bianco, cucito in pizzo e provvisto di tasche.
Tornano in voga anche gli chiffon a balze, senza però gli eccessi dei matrimoni anni ottanta. Un esempio ne è la linea Antonio Riva che propone la minigonna a balze, con strascico. Con Alberta Ferretti forever, invece, le balze e i pizzi diventano romantiche, senza troppa esuberanza.
E’ l’anno del tramonto dello stile impero, salvo qualche eccezione, come nel caso di qualche abito della linea Ines Di Santo.
Chi decide di sposarsi in inverno quest’anno potrtà sfruttare la moda del momento, caratterizzata da abiti a manica lunga. Potrà scegliere tra lo stile pipistrello, quello a pagoda, o a scampanata. Molto particolare, risulta essere anche lo stile Gipsy di “Le spose di Giò”. Per chi invece non vuole rinunciare alla classica scollatura da sposa resta l’intramontabile copri-spalla.
Esclusivi anche gli abiti da sposa Max Mara, perchè compongono una linea davvero elegante ed unica, che propone sia abiti tradizionali, nella maggior parte dei casi con le spalle scoperte, sia abiti particolari, meno impegnativi, senza per questo rinunciare alla classe. E’ il caso dell’abito in organza di seta e lino al ginocchio, con bustino aderente, ma senza troppo evidenziare le forme e rimanendo giustamente casto. In questo caso abbiamo una gonna che scende morbida, disponibile in tinta bianca o in ecrù.
E’ la soluzione d’abito perfetta per una sposa frizzante, elegante e non convenzionale. L’abito sino al ginocchio potrebbe essere una buona alternativa anche nel caso di sposa bassa e magrolina, che in questo modo potrebbe slanciare le gambe, anche optando per un tacco non eccessivo. Tra le proposte Max Mara anche l’abito tuta. Piccola curiosità: molti dei modelli Max Mara hanno anche le tasche, nascoste tra le stoffe, senza mai far perdere l’esclusività al vestito. I prezzi? Davvero niente male nonostante la firma, partono da 850 euro per arrivare a 2500, ma nella maggior parte dei casi non superano i 1600 euro.
Per chi pensa di essere un po’ in là con gli anni o comunque non ritiene consono l’abito classico da sposa, un po’ pomposo o comunque seducente, la scelta più giusta è il tailleur da sposa, da preferire oltre i 40 anni di età o nel caso in cui si sia in seconde nozze.
Un abito da star? In questo caso si può scegliere lo stile abito da sposa di Belen Rodriguez che per le sue nozze ha scelto un abito in bianco ed argento firmato da Daniele Carlotta.
Per chi non ha voglia di impazzire alla ricerca dell’abito più bello, che accontenti mamma e amiche, ci si potrà pur sempre affidarsi ad un wedding planner esperto. Non è raro che, senza troppi giri tra negozi e boutique, abbia già le idee molto chiare su quale vestito vi starebbe meglio.

Matrimonio di sera..nero si spera

Solo grandi marchi per il grande giorno? No, ancora molto di tendenza è l’abito su misura, perfetto per una sposa non longilinea, non molto alta o comunque con qualche difetto estetico che vuole assolutamente coprire.
Molto importante anche l’abito della mamma della sposa, questo deve essere in linea con l’abito della sposa, insomma se la sposa sceglie un tailleur, la madre non potrà scegliere un abito lungo, di quelli dotati di una leggera coda.
Il look della madre di chi si sposa deve essere sobrio ed elegante, per un giorno così importante è bene rimanere fedeli al proprio stile, senza esagerazioni o vestiti eccentrici. Importante è anche la scelta del colore: no al bianco, “ni” al nero, che è ammissibile solo nel caso di un matrimonio di sera, ma meglio rifletterci prima di sceglierlo, non è certo un colore giusto per celebrare le nozze. Sì alle tonalità pastello se il matrimonio è in primavera o estate e si celebra di giorno.

Abiti low cost?

Dove comprare l’abito da sposa? Partendo dal presupposto che la scelta viene fatta con circa un anno di anticipo e deve essere provato più volte, meglio scegliere un atelier in una città vicina, ovviamente Roma e Milano offrono boutique esclusive. Max Mara ha atelier in tutta Italia. Non manca chi decide di comprare l’abito online, scelta consigliata se si ha una buona sarta a disposizione per piccoli interventi. Per le taglie infatti, chi compra sul web dovrà stare molto attento e controllare la tabella, spesso messa a disposizione sul sito. Agire in anticipo è sempre consigliato perché il reso fa parte dei diritti di chi compra online. Per chi vuole risparmiare anche gli Outlet rappresentano una buona opportunità, con costi a volte anche inferiori a quelli che possiamo trovare su internet.